Restauro di cornici antiche a Genova e nord-Italia

Restauro di cornici antiche a Genova e nord-Italia

Interventi di restauro sulle cornici antiche

Restauro cornici antiche a GenovaLa scaletta di interventi di restauro che si effettuano per un mobile antico viene spesso seguita anche per le cornici in legno dei quadri antichi, anche se molto spesso sono necessarie integrazioni di gesso misto a colla e foglia d’oro o di argento, oltre che ritocchi delle parti laccate.

La cornice, antica o moderna, è un manufatto davvero particolare: i nostri occhi si sono abituati a vederla un po’ ovunque e muovendoci nel mondo che ci circonda la percepiamo come un accessorio quasi scontato, cui facciamo poco caso.

Eppure la cornice di un quadro ha una funzione molto importante, ha una sua storia, e inoltre assolve a una funzione decorativa ed estetica piuttosto importante.
Certamente la cornice è asservita al quadro: questa servitù, tuttavia, deve essere interpretata come una coabitazione, dal momento che quadro e cornice fanno parte di un “sistema“ che si insedia in un ambiente entrando a farne parte.

Funzione della cornice

La funzione di quei quattro pezzi di legno incollati a mo' di perimetro è anzitutto contenitiva: il quadro infatti consiste in una tela inchiodata su un telaio elementare che da sé difficilmente può vivere di vita propria. Esso viene quindi contenuto in quel perimetro che è dotato di una “attaccaglia” o gancio che gli consente di essere appeso diritto.

La cornice crea uno “stacco” tra l’opera e il muro, per cui in un certo senso la lega a questo, e per far ciò spesso si avvale di un “passe par tout” che crea una ulteriore frizione tra queste realtà.

La pittura e il colore ci illustrano infiniti mondi nei quali siamo invitati a immergerci, tuttavia il contorno di questa scena è costituito da un muro, una superficie solida, inerte, incolore.

Davvero, perché l'opera sia davvero apprezzata, ha bisogno di questa introduzione fatta di materia, come una statua ha bisogno di un piedistallo.

Restauro Cornici Antiche 02
Restauro Cornici Antiche 03

Quando la cornice non c'è

Se per caso vi fosse accaduto in passato di imbattervi in un quadro appeso al muro senza una cornice, è possibile che abbiate percepito un leggero fastidio, una nota stonata, che magari non avete realizzato a livello del tutto conscio.

Il percorso della cornice nel corso dei secoli è stato parallelo a quello della pittura, e si è avvalso degli sviluppi di alcune arti “rubate” al mobile, ovvero: l’intaglio, l’intarsio, la laccatura e la doratura.

L’estetica della cornice è cresciuta enormemente con il passare del tempo, fino a raggiungere livelli eccelsi nel periodo barocco. Ma la bellezza di una cornice non può offuscare il quadro, per cui nei secoli a seguire gli intagliatori furono per così dire tenuti sotto controllo dai committenti, in modo tale che una armonia fra i due elementi fosse garantita: il periodo aureo del Luigi XV e del Luigi XVI testimonia questo equilibrio fra quadro e cornice, che nulla ha tolto alla bellezza di quest’ultima.

Sorella della cornice è la specchiera, che rappresenta un genere a sé nell’ambito dell’antiquariato, ed esprime con grande carattere il gusto del tempo.

Il restauro delle cornici antiche segue pedissequamente le tecniche e le metodologie del restauro del mobile antico: le riparazioni o ricostruzioni di parti di mobili antichi, i consolidamenti, la disinfestazione dai tarli, le finiture in tutta la loro varietà: la lucidatura a spirito, la doratura, la laccatura.

Quando la cornice si spacca

Molto spesso le cornici cadono a causa di un chiodo che dopo anni di duro lavoro improvvisamente cede e la cornice va in mille pezzi: è buona norma conservare quei pezzettini e portarli dal restauratore. Infatti se è pur vero che qualsiasi parte si può ricostruire, è sempre meglio rimettere insieme le parti originali.

"Che brutte le cornici col vetro" mi dicono spesso alcuni Clienti: è vero, il vetro è un diaframma un po' scomodo tra noi e la superficie pittorica, tuttavia crea una camera d’aria a umidità controllata in cui si instaura un micro-clima estremamente favorevole per la conservazione del quadro.

Nelle case vicine al mare o al lago è consigliabile inserire un vetro nella cornice di un quadro importante: oppure un plexi-glass, in modo da evitare l’effetto-specchio.

Le cornici antiche molto spesso vengono separate dal quadro di appartenenza, e successivamente possono vivere nell’abbandono di una cantina dove si degradano rapidamente: è facile che il loro aspetto impoverito ci possa trarre in inganno. Suggerisco sempre di farmi visionare le cornici, a volte abbiamo un piccolo tesoro in casa senza saperlo.

Belli, però, quei quattro pezzi di legno!

 

 

Cosa posso fare per te

Servizi

Scopri

Cosa ho fatto per i miei Clienti

Portfolio

Scopri

Corsi amatoriali di restauro

Corsi

Scopri

Servizi & Portfolio
Ti aspetto

Se passi dal centro storico di Genova,
vieni a trovarmi in questo scorcio di passato
dove il tempo scorre diversamente che altrove.

oppure

Contatti