Restauro di un antico commode Direttorio intarsiato a Genova

Restauro di un commode antico intarsiato

La tecnica dell'intarsio o tarsia lignea

La tecnica dell’intarsio, o tarsia lignea, è molto antica e ha avuto un periodo di fioritura nell’Italia rinascimentale.

L'intarsio consiste nel commettere insieme elementi lignei pretagliati ed essenze diverse (e quindi anche colori diversi) per creare un design geometrico, o un disegno artistico allo scopo di realizzare una decorazione sulle superfici dei mobili.

Nel corso del diciottesimo secolo l’intarsio trovò il suo maggiore rappresentante nell’ebanista Giuseppe Maggiolini di Parabiago, il quale portò ai massimi livelli la tecnica della tarsia applicata al mobile neoclassico.

Nascita dei "Maggiolini"

Avvalendosi dei disegni dell’Appiani, il famoso ebanista lanciò questa nuova moda, e i suoi manufatti vennero ben presto ribattezzati “Maggiolini”: la sua fabbrica contava decine di operai ed operaie specializzati nella realizzazione di elaborate tarsie lignee che ancora oggi lasciano a bocca aperta chi le osserva per la raffinatezza dei modelli e della loro esecuzione.

Il cassettone in stile Direttorio

La tarsia si avvale anche di materiali non lignei come metalli, avorio e madre perla. 
Essa viene incollata su un supporto di legno massiccio, come nel caso del cassettone in stile Direttorio che ha richiesto le nostre cure.

Quali problemi si presentavano?

Il commode Direttorio in questione ci è stato affidato perché risolvessimo alcuni problemi comuni a tutte le tarsie: anzitutto i distacchi dal supporto, che quasi sempre dopo molti anni si verificano a causa della cristallizzazione della colla e delle variazioni di temperatura e umidità. In questi casi le piccole tessere di cui è costituito l’intarsio vanno perdute e occorre ricostruirle con le stesse essenze, seguendo lo stesso motivo, in questo caso una bella “greca“ di legni di ebano e ciliegio.

Restauro Cassettone Antico Intarsiato Genova 01
Restauro Cassettone Antico Intarsiato Genova 02
Restauro Cassettone Antico Intarsiato Genova 03
Restauro Cassettone Antico Intarsiato Genova 04

Un precedente maldestro restauro del commode antico

In secondo luogo ci siamo trovati di fronte a un vecchio intervento maldestro di restauro del cassettone antico, con cui un restauratore un po’ svogliato, che evidentemente non se la sentiva di ricostruire il motivo della greca mancante, ha preferito “metterci sopra una bella toppa“!

Ma noi che siamo “i precisini del restauro“ non vogliamo certo consegnare il commode restaurato male in queste condizioni e allora ci armiamo di santa pazienza e riportiamo la tarsia alle sue condizioni originarie, malgrado sia un lavoro un po’ lungo.

Disinfestazione, ricostruzioni, lucidatura del commode Direttorio

Una robusta levigatura e una lucidatura tirata a specchio ci aiutano a camuffare bene il nostro lavoro di restauro e ricostruzione delle parti mancanti. Il risultato finale, infatti, è di buona qualità e il cliente è risultato soddisfatto della integrità recuperata dei cassetti del suo prezioso mobile antico restaurato con amore.

Nel restauro dei mobili antichi e delle opere artistiche in generale, occorre sempre cercare di ridurre al minimo la presenza di difetti: purtroppo il tempo e i tarli (per i quali spesso occorre una vera disinfestazione) già creano molte imperfezioni alla superficie originaria, per cui bisogna restaurare il commode Direttorio ricomponendo nel migliore dei modi quei danni sui quali si può intervenire affinchè l’impressione ottica generale torni ad essere gratificante.

La tavolozza dei colori nella tarsia lignea

Nel caso della tarsia lignea e delle centinaia di elementi che la compongono, si può davvero affermare che essa è il risultato della somma delle parti.

Maggiolini utilizzava più di cento essenze differenti, ognuna con un colore diverso a causa della pigmentazione particolare di ogni pianta: riusciva così a disporre di una vera e propria “tavolozza di colori” molto assortita con la quale arrivava a realizzare composizioni policrome che rappresentavano la realtà con grande efficacia.

In effetti osservando i maggiolini quello che stupisce è proprio la ricchezza dei colori, che hanno resistito ai secoli proprio grazie al fatto che le essenze non venivano ritoccate al pennello.

Il mondo è cambiato in questi ultimi secoli e purtroppo alcune essenze come il “Cuore Verde“ si sono estinte; il restauratore di mobili antichi in legno deve fare i conti con questa realtà e talvolta non è in grado di sostituire una essenza con la sua pigmentazione originaria in quanto in natura non esiste più. In questo caso è costretto a tinteggiare le essenze con colori all’acqua e terre naturali che consentano di riprodurre artificialmente il colore mancante.

Cosa posso fare per te

Servizi

Scopri

Cosa ho fatto per i miei Clienti

Portfolio

Scopri

Corsi amatoriali di restauro

Corsi

Scopri

Servizi & Portfolio
Ti aspetto

Se passi dal centro storico di Genova,
vieni a trovarmi in questo scorcio di passato
dove il tempo scorre diversamente che altrove.

oppure

Contatti